Il megalodonte quanto era grande, quanti denti aveva, quanto poteva vivere, il suo nemico giurato qual era?

Pietro, 9 anni ci ha posto queste domande

Risponde Stefano Dominici, della Sezione di Geologia e Paleontologia del Museo di Storia Naturale

Carcharocles megalodon, o megalodonte (da non confondersi con i bivalvi del genere Megalodon vissuti nel Paleozoico), è stato lo squalo più grande della storia. Vissuto anche in Mediterraneo durante il Miocene e verosimilmente estinto durante Pliocene inferiore (4-5 milioni di anni fa), aveva denti lunghi fino a 15 cm, ciascuno con una “lama seghettata” lunga fino a 30 cm. Con delle fauci grandi come un’auto, poteva avere in bocca fino a trecento denti!

L’animale poteva essere lungo 10-15 m (stima basata facendo le proporzioni tra denti e lunghezza del corpo in squali moderni – infatti le ossa degli squali sono di cartilagine e non fossilizzano, mentre i denti sono di apatite e fossilizzano bene

Diffuso in tutti gli oceani del globo, era tra i più grandi predatori del suo tempo, ma non “il più grande”. Livyatan melvillei, o leviatano di Melville, gigantesca orca assassina conosciuta grazie a fossili rinvenuti nel Miocene del Perù, aveva denti lunghi 30 cm ed era probabilmente in grado di uccidere un megalodonte, o comunque di farsi rispettare!

Un dente di Carcharocles megalodon rinvenuto in Toscana è in mostra nella Sala della Balena, al Museo di Paleontologia dell’Università di Firenze. Vieni a vederlo!

Hai ancora domande su questo argomento? Scrivi a chiediloaunifi@unifi.it