Cosa vuol dire che la corrente è alternata?

Risponde Francesco Grasso del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione
Quando si parla di corrente alternata, in genere, ci si riferisce alla corrente elettrica che alimenta le case, i negozi, le fabbriche.
La corrente elettrica è un flusso di elettroni che si muovono all’interno di un conduttore spinti da un campo elettrico.
In altri termini, è come se avessi un tubo di plastica riempito di palline da golf (che sarebbero gli elettroni) e provassi a spingere (campo elettrico)  una pallina all’interno del tubo da uno degli estremi. Istantaneamente, dall’altro estremo, uscirebbe una pallina, mentre tutte quelle all’interno del tubo di saranno spostate nella direzione della spinta.
Se io ripetessi questa operazione più e più volte, otterrei quella che tecnicamente di chiama “corrente continua” o “direct current” (DC) perchè le palline entrerebbero sempre dalla stessa estremità e uscirebbero dall’altra…in continuazione. Alla lunga, tutte le palline del tubo saranno uscite dalla stessa estremità. La spinta che io esercito su ogni palina che introduco nel tubo è l’equivalente del campo elettrico, che in questo caso agisce sempre dalla stessa parte.
Se, invece, cominciassi prima ad introdurre delle palline da una delle estremità e, dopo poco, cominciassi ad introdurre dall’altra quelle appena fuoriuscite, osserverei che le palline nella parte centrale del tubo si muoverebbero “alternativamente” prima da una parte e poi dall’altra, restando sempre nel tubo…e, mediamente, nella stessa posizione in cui si trovavano all’inizio. Io potrei ripetere quest’azione un numero infinito di volte e otterrei sempre lo stesso risultato. Questo modo di muoversi delle palline (e degli elettroni) viene detto “corrente alternata” o “alternating current” (AC) ed è prodotta da una serie di spinte variabili nel tempo, ovvero da un campo elettrico “alternato”.
Nella figura che segue si può osservare il movimento degli elettroni nel caso di corrente continua (DC) o alternata (AC)
La corrente alternata ha una serie di proprietà importanti (ad esempio è il motivo per cui funzionano i motori elettrici ed i trasformatori) che hanno portato allo sviluppo della società moderna così come la conosciamo, ma oggi, grazie alla ricerca nel campo dell’elettronica di potenza, anche la corrente continua è sempre più apprezzata e utilizzata, per la grande capacità che ha di ridurre gli sprechi e aumentare l’efficienza del sistema elettrico.

 

Hai ancora domande su questo argomento? Scrivi a chiediloaunifi@unifi.it