Che cosa è un buco nero?

Guido, 10 anni, durante la Notte dei Ricercatori 2017 ci ha posto questa domanda.

Risponde Ruggero Stanga del Dipartimento di Fisica e Astronomia

Prima di parlare di un buco nero, cominciamo a vedere quello che succede sulla Terra. Sulla Terra, quando lancio un sasso, questo fa un po’ di cammino nell’aria, e intanto che viaggia la sua altezza sul suolo continua a diminuire, fino a quando picchia per terra. Più forte, cioè con maggiore velocità, lo lancio, più lontano arriverà. Se lo lancio veloce, ma molto veloce, velocissimo, più di qualunque aereo, il sasso non cadrà mai per terra, e continuerà a viaggiare allontanandosi nello spazio.

Per questo si usano i razzi per spedire i satelliti nello spazio: per riuscire ad imprimergli la velocità di circa 40000 chilometri all’ora (che si chiama velocità di fuga) necessaria per farli allontanare per sempre nello spazio. Se fossimo sulla Luna, che è parecchio più piccola della Terra, basterebbe una velocità minore per fuggire, se fossimo su Giove. che è molto più grande della Terra, ci vorrebbe una velocità molto maggiore.

Ecco, se un corpo celeste avesse le stesse dimensioni della Terra, e una massa di almeno 20000 miliardi di volte quella della Terra, un numero spaventosamente grande, per fuggire dal corpo celeste dovremmo avere una velocità maggiore di quella della luce. Siccome nulla può andare più svelto della luce, nulla può fuggire da quel corpo, nemmeno la luce.

Un corpo celeste di questa fatta si chiama buco nero: un corpo con una massa e un raggio tali che nemmeno un raggio di luce, che è la cosa che è più veloce, può sfuggire.

Hai ancora domande su questo argomento? Scrivi a chiediloaunifi@unifi.it