La saliva può sostituire le analisi del sangue?

E’ una prospettiva su cui stanno lavorando i ricercatori: la nostra saliva costituisce una sorta di impronta digitale e in futuro potrebbe essere utilizzata per la diagnosi delle malattie. In particolare un gruppo del Centro di Risonanze Magnetiche (CERM) dell’Università di Firenze – guidati da Paola Turano, professore associato di Chimica generale e inorganica – insieme a studiosi dell’Università Graz, guidati da Kurt Zatloukal hanno pubblicato un articolo scientifico che indica proprio questa direzione.  La pubblicazione si inserisce all’interno dei tentativi di ricerca per scoprire procedure diagnostiche meno invasive per i pazienti, oltre che più rapide e meno costose. Il team ha messo alla prova l’ipotesi che nella saliva si possano identificare dei marcatori di malattia, come già accade nelle urine.

Altre informazioni  su www.unifi.it

Hai altre domande? Scrivi a chiediloaunifi@unifi.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...